La storia 

di Cristina

daughter-hugging-mother.jpg

Il 03-09-2003 sono iniziati i dolori: quando ho chiamato il mio dottore mi disse che non potevano essere le doglie. Io avevo paura, così nel pomeriggio mi feci portare al suo studio dove mi fece un'ecografia. I dolori continuavano forti ma lui mi disse di andare a casa con la prescrizione di alcune medicine.

 

A casa i dolori forti continuavano nonostante i medicinali. Uno strazio. Mi veniva da spingere e si erano addormentate le gambe. Così mio marito richiamò il dottore e poi di corsa in ospedale, dove mi hanno immediatamente portata in sala parto.

 

Nasce così a 27 settimane la mia bimba: non sapevo nulla, un mondo nuovo.

Avevo una paura enorme e ogni giorno venivamo sottoposti a traumi sempre peggiori: i suoi occhi non erano sviluppati quindi doveva essere operata. È stata intubata e le sono state fatte flebo, trasfusioni di plasma. Insomma, di tutto e di più.

Ricordo quel macchinario che suonava sempre.

 

La piccola ha iniziato a prendere qualche grammo solo a due mesi: è stata dura per noi genitori. Io mamma ho avuto una forte depressione e mi sono serviti molto tempo e volontà per uscirne, ma oggi sono qui a raccontare questa storia.

 

Francesca oggi ha 17 anni, è una bellissima ragazza ed è bravissima in tutto: studia al liceo, canta, suona il pianoforte e le percussioni.