La storia 

di Claudia

early-birth.jpg

Il 4 febbraio 2014 mi hanno sottoposto ad un taglio cesario d’urgenza per una dilatazione di 3 cm, erano due maschietti Antonio e Vincenzo. Vincenzo fu il primo a uscire, Antonio il secondo.

 

Vincenzo fu portato subito in terapia neonatale della Macedonio Melloni di Milano, Antonio fu rianimato per un po’ ma è deceduto con un arresto cardiocircolatorio. Quando me lo diedero in braccio non sembrava morto era perfetto ma l'anestesia era ancora in corso e non sono riuscita a capire bene quello che mi fosse accaduto.

 

Vincenzo era intubato respirava grazie a un macchinario, la prima volta che lo vidi mi fece impressione, era nato di 25 settimane e pesava 526 gr. Si vedeva sul pancino velato del verde erano gli organi, aveva una maschera che gli copriva il volto, era un esserino irriconoscibile, dalle manine piccolissime come una bambolina. Ricordo che tutti lo guardavano, lo guardavano come una cosa stranissima, lo era anche per me. Abbiamo passato 110 giorni in terapia intensiva .

 

Ricordo che ogni volta che varcavo la porta della terapia intensiva la prima domanda che facevo "Come sta? Quanto pesa?" Quelle domande le ripetevo almeno 3 volte al giorno. Ricordo la saturazione bassa a volte scendeva a 1, scese anche a 0 da doverlo rianimare.

Quante ne ha passate!!! E noi abbiamo vissuto con un nodo alla gola, la paura che potessimo perdere anche Vincenzo era enorme , stavamo sempre in ansia. Nessuno ci dava delle certezze nessuno ci diceva c’è la farà per non farci illudere. Perché nessuno sapeva come sarebbe andata. Un giorno l'oculista che controllava gli occhi esclamò una frase a Vincenzo "Fai il bravo respira da solo" perché l'ossigeno dell incubatrice gli stava provocando la ROP, infatti dopo poco lo sottoposero ad un intervento, così piccino già un intervento.

 

Mio figlio è stato un guerriero e non ha mollato, ha avuto 3 infezioni, 3 trasfusioni di sangue. Piano piano ha imparato a respirare da solo, piano piano ha imparato a ciucciare il ciuccio, il biberon e qualche volta il seno.

 

Vincenzo c’è l’ha fatta!!! Finalmente a casa il 20 maggio 2014.

Ora ha 6 anni è un bambino fisicamente ben messo, ma purtroppo è autistico.

Ma Vincenzo è un guerriero e sorride alla vita poco gentile, aiuta noi a vedere le cose sotto un altro punto di vista.

 

 

 

 

#prematurità #pretermine #immaturo #intubato #incubatrice #retinopatia #bradicardia #trasfusione #terapiaintensivaneonatale #TIN #followup #riabilitazione #dimissione #gemelli #autismo #rop