• Amati Prima

Quando inizia la scuola per un bambino nato prematuro?


Mio figlio è nato prematuro di 23 settimane e pesava 500 grammi.

Nascere a 23 settimane significa abbandonare il grembo materno 17 settimane prima di quanto richiederebbe il naturale sviluppo di un bambino. Mio figlio era atteso per la metà di ottobre, mentre è nato l’8 giugno e tutti questi giorni li ha trascorsi in un’astronave di vetro che ha svolto le funzioni di ventre materno, sottoposto a tanti stimoli per la maggior parte dolorosi e sicuramente difficilissimi da gestire per un organismo ancora così immaturo. La scienza ha stabilito che nascere a 23 settimane significa nascere al limite della sopravvivenza.

Ora ha compiuto i suoi 6 anni di età anagrafica, ma una domanda sorge spontanea in noi genitori che abbiamo vissuto l’esperienza della terapia intensiva neonatale e di tutto ciò che ne è seguito: “Sarà in grado di affrontare la prima elementare? “ Anche i piccoli eroi della terapia intensiva neonatale, oramai cresciuti, affrontano con trepidazione e paura il primo giorno di scuola

Ma i 6 anni di età di un bambino nato pretermine, soprattutto con grave prematurità, equivalgono ai 6 anni di un qualsiasi coetaneo nato a termine?

In Italia esiste la possibilità di ottenere il rinvio scolastico per i bambini che una legge classifica BES (Bisogni Educativi Speciali): tale classificazione non comprende solo chi è certificato con la legge 104, legge specifica volta ad attenuare quanto più possibile lo svantaggio sociale per i bambini disabili, ma riguarda anche bambini adottati, particolarmente sensibili e altro, ma inspiegabilmente NON i nati pretermine. Com'è possibile che esserini nati con un peso a volte di 300 grammi non siano stati inseriti in questa classificazione per tutelarli e proteggerli in un momento cruciale come l’inserimento nel sistema scolastico?L’esperienza insegna che il caso di mio figlio non è un’eccezione, ma la norma per i bambini nati con grave prematurità. Tutti avrebbero bisogno di un anno di maturazione ulteriore alla scuola dell’infanzia, per la loro serenità, per la loro autostima e per restituire loro un po' di quel tempo di crescita che la nascita prematura ha tolto sia a loro che a noi genitori.

717 visualizzazioni
Post recenti
Post in evidenza